Il dono

Vorrei darti qualcosa, bambino mio,

perchè noi andiamo alla deriva nella

corrente del mondo.

Le nostre vite saranno trascinate lon-

tano ed il nostro amore sarà dimenticato..

Ma io non sono così stolto da sperare

di comprare il tuo cuore con i miei doni.

Giovane è la tua vita, lungo il tuo

sentiero; bevi in un sorso l’amore che ti

porgiamo e poi lontano da noi fuggi via.

Hai i tuoi giochi ed i tuoi compagni.

Che male c’è se non hai tempo o pen-

sieri per noi?

Noi, invece, abbiamo abbastanza tem-

po nella vecchiaia di contare i giorni

che sono passati, di accarezzare nei cuori

ciò che le nostre mani hanno perduto

per sempre.

Rapido corre il fiume, infrangendo

ogni cosa con un canto. Ma la monta-

gna sta immobile, ricorda e lo segue

con il suo amore.

TAGORE

 

 

Il Brenta