L’onda

L'onda
 
Un’onda
e poi un’altra
e un’altra ancora,
dolci carezze
spente sulla mano.
E l’ala del gabbiano
che nera mi sembrava
incontro al sole.
E fu il momento
della fanciullezza,
la giovinezza….e poi
sempre più avanti.
La quarta onda
cominciò a parlare.
Con lei mi ritrovai
a dialogare
d’amore e vita
e del tempo che fu,
mentre il domani
calava fioco
dietro la collina.
 
      Italo
 
 
 

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. italo
    Nov 23, 2008 @ 04:02:47

    Antinietta!!!!!!
    Arrossisco due volte. Grazie per avere ospitato nel tuo blog le mie povere parole.

    Rispondi

  2. Antonietta
    Nov 23, 2008 @ 13:13:20

    Parole che vanno a segno. Buonagiornata.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: